Maniglia porta interna: le decorazioni floreali e craquelet

“L’arte è la bellezza, l’invenzione perpetua dei dettagli, la scelta delle parole, la cura attenta nell’esecuzione”. Così predicava Théophile Gautier, poeta francese vissuto nell’800, e Becchetti Bal ama considerarsi un po’ artista. Infatti, quella perpetua invenzione dei dettagli e cura nell’esecuzione costituiscono il trait d’union delle produzioni immesse in commercio, che travalica la maniglia porta interna vista solo come accessorio funzionale. Se chiunque (sebbene questo resti tutto da dimostrare…) può realizzare maniglie ergonomiche, armi come eleganza e seduzione in pochi le sanno padroneggiare. Mastri artigiani, dalla conclamata esperienza alle spalle, e che tuttora considerano il loro lavoro quasi come un secondo figlio, dotato di un carattere unico, distintivo, per cui chiederesti solo il meglio. Fini esteti riconoscono e apprezzano la cura certosina riposta da Becchetti Bal negli articoli che lancia sul mercato, in grado di personalizzare l’ambiente. Ad unirli i valori che li hanno ispirati: gusto sublime e bellezza, non semplicemente basata sulla moda, che risulta effimera e passeggera. Con simili credenziali, il successo era pressoché scritto già al momento della fondazione aziendale, ne è conferma l’affermazione internazionale. Nei decenni ha curato luoghi storici, realizzati nei primi Novecento, solo per citarne alcuni: Il Vittoriale degli Italiani, il Governatorato del Vaticano, l’Andrea D’Oria, Villa Feltrinelli, La Residenza Reale di Re Baldovino del Belgio. Ed opere come il Grand Hotel di Rimini e la Fenice di Venezia dimostrano che non ha affatto perso la competenza.

 

Stili

Tra lavoro e altri impegni, non c’è quasi più tempo per tirare il fiato! Gli stressanti ritmi quotidiani portano a spendere meno tempo in casa, ma quando se ne ha la possibilità, bisogna trattarsi bene: rendendo sia il momento che la casa stessa più confortevoli e in linea coi propri gusti. Ogni testa è un piccolo mondo, perciò si consiglia di personalizzare l’arredo con attenzione, anche nei minimi dettagli, quelli che in realtà rendono le stanze uniche e accoglienti. Vale anche per quanto riguarda la maniglia porta interna, ne è consapevole Becchetti Bal, sempre alle prese con nuovi modelli da immettere in vendita, affini a stili diversi, in modo da accontentare una clientela eterogenea, classici o contemporanei, rustici o moderni. Per constatarlo coi propri occhi è sufficiente consultare la gamma qui presente sul sito: troverete ciò che desiderate.  Ricche sono le forme, comprensive di tipologie ovali, rotonde, ottagonali, ecc., lo stesso per le colorazioni e le sfumature disponibili. Tutti aspetti considerati a dovere e studiati per realizzare combinazioni particolari, in grado di veicolare emozioni, che il pubblico accoglie con piacere. Eppure, lo staff specializzato che opera per conto di Becchetti Bal non si culla sugli allori, proteso, oggi come ieri, alle prossime sfide. Spirito creativo che si rispecchia nella tavolozza cromatica, composta da tonalità classiche, neutre quali l’argento, il grigio, il nero o il bronzato, e accese, brillanti che ravvivano l’atmosfera.

 

Perché scegliere Becchetti Bal?

 

Fermarsi è vietato nella società attuale. Come nella vita privata, così nella professione, dove le aziende competono tenacemente per salire alla leadership. Complice la globalizzazione, ormai non esistono più le barriere e lanciare prodotti eccellenti rappresenta una condizione fondamentale alla sopravvivenza. Mentre altre realtà hanno dovuto abituarsi all’idea, per Becchetti Bal non è mai stato altrimenti, primo critico di sé stesso, già da quando Angelo Becchetti, l’autore principale del successo su larga scala, invitava i collaboratori a curare con i più elevati standard qualitativi anche il più piccolo particolare, non per questo banale. Fondata nel 1882 presso il territorio bresciano, ha sempre preservato l’entusiasmo e desiderio di mettersi in gioco, ripagata dal successo commerciale. I prodotti immessi sul mercato sono rigorosamente realizzati in Italia, lì dove l’estetica ha importanza capitale. Per il non plus ultra della bellezza l’azienda ha pensato a una maniglia porta interna che combini l’ottone e la porcellana, un mix che anche gli addetti ai lavori reputano irresistibile. Come impatto visivo, l’ottone ha una colorazione che richiama molto quella dell’oro, tuttavia tenerlo in buono stato richiede uno sforzo decisamente inferiore. Infatti, può essere tranquillamente lavato con un panno asciutto, senza detergenti. Gli amanti dei temi floreali rimarranno incantati davanti alle Maniglie Decor Fiore, mentre gli estimatori della particolare tecnica pittorica apprezzeranno senz’altro l’effetto Craquelet (color marrone o azzurro), una rete di fenditure disegnate sulla superficie.